Salviamo la nostra acqua!

 Vogliamo bonificare i fanghi cancerogeni di Stroppari (Tezze)
che continuano ad inquinare l’acqua di Cittadella e Fontaniva

Lunedì 8 maggio  terzo ed ultimo incontro del ciclo, nella sala ex-cinema di Stroppari
(evento Facebook)

Proprio in queste settimane, nell’ex Tricom di Stroppari (Tezze sul Brenta), sono iniziati  i lavori di abbattimento dei capannoni e di impermeabilizzazione (“capping”) della superficie  dell’area inquinata da cromo e nichel.

Questi lavori iniziano dopo più di 40 anni da quando la  fabbrica ha iniziato ad inquinare e dopo 15 anni da quando ARPA ed ETRA hanno realizzato  subito a valle del sito una “barriera idraulica” che cerca di contenere l’inquinamento.

La  barriera idraulica è estremamente costosa e riesce a limitare ma non eliminare l’inquinamento  della falda, per cui risulta conveniente, anche da un punto di vista strettamente economico,  togliere per sempre il terreno inquinato.

Visto cosa è successo finora, la paura è che, una volta terminati i lavori in atto di  impermeabilizzazione dell’area,  la bonifica definitiva del sito non avvenga per mancanza di  fondi e che la bomba ecologica venga lasciata in eredità alle generazioni future: stiamo  parlando  di circa 30.000 mc di terreno inquinato in contatto con le falde!

Per questo motivo  l’Associazione Città Aperta ha organizzato una serie di dibattiti  coinvolgendo le Municipalità i cui territori sono interessati da questa emergenza al fine di  sensibilizzare le Autorità regionali e nazionali a stanziare le risorse necessarie alla bonifica  definitiva del sito inquinato dai potenti cancerogeni cromo e nichel. 

Primo appuntamento a Cittadella, Lunedì 20 Marzo
alle ore 20:30 presso la sala consiliare di Villa Rina.

“Un incontro estremamente importante al quale invito tutti i cittadini a partecipare – commenta il Sindaco di Cittadella, Luca Pierobon. Sono ormai 50 anni che la ditta costituisce un serio pericolo, più volte segnalato. Nonostante ciò, a distanza di anni, le sostanze di cloro e nichel sono ancora presenti con gravi conseguenze tanto ambientale per le falde di Cittadella e Fontaniva, quante di salute e di incolumità per i nostri cittadini. E’ arrivato il momento di coinvolgere le persone e di sensibilizzare le Autorità competenti a stanziare le risorse necessarie per la bonifica. L’ambiente è il nostro più grande patrimonio ed è nostro dovere salvaguardarlo consegnando così alle future generazioni un ecosistema migliore”.

Sarà poi il turno di Fontaniva, Lunedì 3 Aprile
alle ore 20:30 presso il Cinema Palladio.

Ed infine, Tezze sul Brenta, Lunedì 8 Maggio,
alle ore 20:30 presso la Sala ex cinema di Stroppari, Via Jolanda.

Sono stati invitati i Sindaci, assessori e consiglieri comunali, Assessori e Consiglieri  regionali, Ministero per la Salute, ETRAspa.


Scarica un PDF con i  dettagli sul caso cromo